Il fortino

Modellino in legno del Fortino

STORIA DEL FORTE DI LEOPOLDO I

Il  Museo è ospitato nel fortilizio, al centro di Forte dei Marmi, che ha dato origine al nome dei questa nota località turistica.

Cenni storici
Grazie alla famiglia dei Medici, che governò a partire dal l531 il territorio compreso dagli attuali comuni di Pietrasanta, Forte dei Marmi, Seravezza e Stazzema, si attuò una valorizzazione di tutte le risorse dell’area: si sfruttarono le miniere di ferro, si bonificarono i terreni onde favorire l’agricoltura, si aprirono le cave di marmo, dove fu inviato lo stesso Michelangelo a trarre marmi per la facciata di San Lorenzo a Firenze.

Nei primi decenni del XVIII secolo, quando la dinastia dei Medici si estinse, il Congresso di Vienna assegnò a Francesco II di Lorena il Granducato. Fu il figlio Pietro Leopoldo, poi, a riformare profondamente lo Stato nella sua organizzazione politica, economica e sociale, portandolo all’avanguardia in Europa.

Durante uno dei tanti viaggi compiuti nel territorio da lui governato, Pietro Leopoldo Granduca di Toscana, i1 20 dicembre 1769,  rilevò come “per ben armare il littorale di Pietrasanta sarebbe bisogno di metter più gente nella torre del Motrone, ch’è buona, di rifabbricare quella del Cinquale e presidiarla meglio e di fabbricarne una al magazzino de’ marmi, ch’è lo scalo di tutti i bastimenti che vengono a Pietrasanta e ch’è appunto nel mezzo di quel littorale”.

La relazione di Pietro Leopoldo rappresenta il primo documento noto nel quale si fa riferimento all’idea di realizzare un nuovo forte nel luogo chiamato i1 magazzino dei marmi, per potenziare il servizio doganale, dare nuovo impulso al trasporto e imbarco del marmo e del ferro dal pontile caricatore e procedere a una risistemazione generale del sistema difensivo costiero versiliese contro le incursioni e razzie piratesche.

Nel 1782 i1 granduca ordinò che si costruisse il nuovo Forte sulla battigia del mare, ma si dovette aspettare ancora qualche anno per l’inizio dei lavori, visto che nel novembre 1785  il granduca Pietro Leopoldo ribadiva ancora la necessità di costruire “al magazzino de’ marmi sulla spiaggia del mare... un fortino per difesa della spiaggia e l’alloggio per i soldati”.

I lavori dovettero aver inizio poco tempo più tardi e, dopo soli due anni, si conclusero all’inizio del 1788.

Il Forte che vediamo oggi è il risultato di diversi rimaneggiamenti che hanno mutato, per buona parte, la fisionomia iniziale della costruzione. 

Ritratto di Leopoldo I
Costa versiliese

 

Prima cartografia del Fortino

 

V. 1900

V. 1905

N.V.

V. 1915

V. 1918

V. 1924

V. 1929

N.V.

N.V.

V. 1962

 

 

Comune di Forte dei Marmi

Segreteria
c/o Comune di Forte dei Marmi
Piazza Dante, 1 - 55042 Forte dei Marmi (LU)

Comitato Premio Satira Politica

Sede Comitato
Piazza Marconi, 1
55042 Forte dei Marmi (LU)

Fortino

Forte di Leopoldo I
Piazza Garibaldi, 1
55042 Forte dei Marmi (LU)

Dove siamo

Aperto tutti i giorni: Luglio e Agosto: 18.00-24.00 (Chiuso il 28 agosto)
1° Settembre-17 Settembre: 17.00-23.00
Dal 18 Settembre al 1° Ottobre: 16.00-20.00.

Tutti i diritti sui cataloghi, sulle immagini, sui testi e/o su altro materiale pubblicato su questo sito sono di esclusiva proprietà del Museo della Satira e della Caricatura.
Sono vietate la riproduzione e diffusione, anche parziale, in qualsiasi forma e con qualsiasi mezzo, delle fotografie, immagini, testi e/o altro materiale pubblicato sul presente sito